mapstr place model
Propriétaire de ce lieu ?

Connectez-vous pour modifier vos informations et accédez à vos statistiques détaillées.

Accédez à votre espace
La communauté mapstr
Enregistré par

285 utilisateurs

#Tags souvent utilisés
#Temple #Monument #Visit #Visite #Museum
Ce qu'en disent les utilisateurs

"Templi di Prambanan TEMPLI HINDU (%0274-496402; www.borobudurpark.com; Jl Raya Yogya-Solo; interi/studenti e under 10 350.000/210.000Rp, biglietto cumulativo con Borobudur 560.000/350.000Rp; h6-17, il parco chiude alle 17.15) Inserito dall’UNESCO nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità, il complesso di Prambanan comprende i resti di circa 244 templi, che contribuiscono a renderlo il più grande sito hindu dell’Indonesia, nonché una delle attrattive principali del Sud-est asiatico. Il fulcro del complesso è il recinto centrale, dove su una piattaforma sono raggruppati otto templi principali e altrettanti minori, in un crescendo architettonico di muri ornati da sculture e scalinate, che culmina nel Candi Shiva Mahadeva. I templi di Prambanan sorgono all’interno di un grande parco punteggiato di edifici di culto minori e occorre un giorno intero per rendere piena giustizia a tanta bellezza. Costruiti nell’arco di due secoli, gli edifici di Prambanan videro la luce verso la metà del IX secolo, circa mezzo secolo dopo il complesso di Borobudur. Sebbene della storia più antica di questo complesso si sappia tuttora molto poco, gli studiosi ritengono che sia stato fatto costruire da Rakai Pikatan per celebrare il ritorno di una dinastia hindu sul trono di Java. Tutta la pianura di Prambanan fu abbandonata quando i sovrani hindu-javanesi si trasferirono a Java Est e verso la metà del XVI secolo un violento terremoto distrusse numerosi templi. Prambanan venne così abbandonato per molti anni e il suo degrado venne accelerato dai cacciatori di tesori e dalla gente del posto in cerca di materiali da costruzione. Sebbene nel 1885 fossero stati effettuati i primi tentativi per riportare il complesso alla luce, per la ricostruzione vera e propria si dovette attendere il 1937. Oggi quasi tutti i templi sono stati restaurati almeno in parte e ‒ come il sito di Borobudur ‒ nel 1991 Prambanan è stato inserito dall’UNESCO nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità. Il terremoto del 2006 ha provocato danni molto gravi a Prambanan. I templi principali sono sopravvissuti, ma centinaia di blocchi di pietra sono crollati o si sono fessurati (ben 479 nel solo Tempio di Shiva). A tutt’oggi è stata restaurata la maggior parte degli edifici, ma resta ancora moltissimo da fare e una parte del complesso è inaccessibile al pubblico"

@emanuele.brisciani

"Built in the 10th century, this is the largest temple compound dedicated to Shiva in Indonesia. Rising above the centre of the last of these concentric squares are three temples decorated with reliefs illustrating the epic of the Ramayana, dedicated to the three great Hindu divinities (Shiva, Vishnu and Brahma) and three temples dedicated to the animals who serve them. 📸 © UNESCO"

@katiek1000

"à faire au coucher du soleil"

@fanny.clse

"Huge! 47 meters tall. Hindu temple. total payment: transport : 200,000 IDR Borobudur ticket (upper ground) = 455,000 idr Prambanan ticket = 375.000 idr View point entrance fee = 50,000 idr *total 1.100.000 idr* pay by card (20k fee)"

@whereiscompa

"Veel excursies per fiets erheen"

@anoukroxanne

"VLOG #166 TEMPLE DE PRAMBANAN ET RUELLES DE YOGYAKARTA https://www.youtube.com/watch?v=Znj09nKsHp8&list=PLtwL6_uNHKrRoJ1lIsqK2690PuRcVyq_U&index=168"

@fandejulesenasie

"700 000 Rp/ 2pers. (~42€ soit 20€/pers)"

@yuuki73

"Afternoon Stroll at Prambanan 😘"

@beelov

"Temple Hinduism de la dynastie des sanjaya construit au 9eme Construit avant Angkor Légende du Ramanaya en bas relief qui raconte la lutte entre bien et mal"

@clemaire57

Approuvé par 1 partenaires officiels
Autres lieux à voir autour
La meilleure expérience Mapstr est sur l'application mobile.
Enregistrez vos meilleures adresses, partagez les plus belles avec vos amis, découvrez les recommendations de vos magazines et influcenceurs préférés.