Ijen
Ijen Ijen Ijen Ijen Ijen Ijen Ijen Ijen Ijen
Propriétaire de ce lieu ?

Connectez-vous pour modifier vos informations et accédez à vos statistiques détaillées.

Accédez à votre espace
La communauté mapstr
Enregistré par

116 utilisateurs

#Tags souvent utilisés
#Volcan #Visite #Randonnée #View #Vue
Ce qu'en disent les utilisateurs

"Kawah Ijen LAGO (lun-ven 100.000Rp, sab e dom 150.000Rp) L’attrattiva più straordinaria dell’altopiano di Ijen è questo magnifico lago sulfureo dalle acque turchesi. Una passeggiata notturna fino al cratere consente di osservare il fenomeno delle ‘fiamme blu’, oltre al bellissimo panorama e a un gruppo di persone che svolgono uno dei lavori più insoliti del mondo. L’ingresso deve essere pagato alla stazione PHKA. Il punto di partenza dell’escursione al cratere è la stazione PHKA (ingresso feriali/weekend 100.000/150.000Rp; motocicletta/automobile 5000/10.000Rp; h24 h) di Pos Paltuding, che può essere raggiunta sia da Bondowoso sia da Banyuwangi, dove dovrete firmare il registro e pagare la tariffa di ingresso. Il ripido sentiero di 3 km che conduce al posto di osservazione (dove si trova una casa da tè) può essere percorso in poco più di un’ora. Dal posto di osservazione occorrono altri 30 minuti per raggiungere il bordo del cratere ‒ battuto da forti venti ‒ e il suo magnifico panorama. Dal bordo del cratere, un ripidissimo sentiero ghiaioso scende fino ai depositi di zolfo e al lago fumante. Quasi tutti gli escursionisti partono a notte fonda per assistere allo straordinario spettacolo delle ‘fiamme blu’, che si formano sulle sponde del lago e si vedono solo al buio (sarebbe meglio arrivare prima delle 4, ora prescelta dalla maggior parte delle persone e che coincide con l’alba). Queste fiamme blu fosforescenti vengono prodotte dalla combustione dei gas solforosi, determinando un fenomeno visibile solo in pochi luoghi della Terra (come l’Islanda). L’amministrazione del parco non vieta ufficialmente ai turisti di scendere nel cratere, però alcuni cartelli invitano a non farlo. Se decidete di scendere, impiegherete circa 30 minuti; tenete presente che in alcuni tratti il sentiero è scivoloso e che i fumi di zolfo che salgono dal basso potrebbero essere soffocanti, al punto che potreste sentire bruciare i polmoni e lacrimare gli occhi. Fate molta attenzione in questo punto, perché alcuni anni fa un turista francese ha perso la vita. Sarebbe opportuno avere una maschera antigas, che può essere noleggiata per 50.000Rp a Pos Paltuding; prima di partire, verificate che funzioni. I bambini e le persone con problemi respiratori non dovrebbero scendere nel cratere. Vicino al lago verrete sicuramente avvolti da nubi di gas, un’esperienza poco piacevole anche se indossate la maschera, perché si respira a fatica, gli occhi bruciano e la visibilità è drasticamente ridotta; l’importante è non farsi prendere dal panico. Cercate di spostarvi rapidamente e di uscire dalla nube. Vi consigliamo vivamente di ingaggiare una guida (da 100.000Rp a 150.000Rp) alla stazione PHKA. Infine, qualche consiglio sull’attrezzatura fotografica. Dal momento che i gas di zolfo sono molto corrosivi, se non proteggete adeguatamente la vostra attrezzatura (soprattutto se si tratta di una reflex) potrebbe danneggiarsi seriamente restando esposta troppo a lungo ai gas. Per evitare questo problema, avvolgete l’apparecchiatura elettronica in un sacchetto di plastica e chiudetelo ermeticamente. Una volta tornati sul bordo del cratere, dove l’aria vi sembrerà meravigliosamente fresca e pulita, girate a sinistra per raggiungere il punto più alto (2368 m), dal quale è possibile ammirare un magnifico panorama all’alba, oppure proseguite in senso antiorario, per vedere uno scorcio ancora più ampio del lago. Sulla sponda opposta del lago rispetto alla bocca del vulcano il sentiero scompare tra friabili rocce vulcaniche e profonde gole. Non avventuratevi da queste parti. Il periodo ideale per affrontare l’escursione al Kawah Ijen coincide con la stagione secca, ossia tra aprile e ottobre. In ogni caso, per quanto ripido, di solito questo sentiero non è mai troppo scivoloso, per cui vale la pena di affrontarlo anche nelle giornate belle della stagione delle piogge. L’Ijen Plateau è un luogo sog"

@emanuele.brisciani

"conseil: descendre au cratère après le lever du soleil car pas bcp d’intérêt de nuit (on voit pas le bleu du lac de nuit, ce qui est dommage) Ne pas louer de manteau pour ce volcan car la montée vous réchauffe très vite "

@ines_deschamps

"Ascension du volcan Ijen (pas besoins de guide mais d’un taxi). Départ 5h30 du matin au pied du volcan. "

@margueritehllr

"the largest acid lake in the world. You have to wear a mask if you get close enough. Mount Ijen at night is “blue fire”. It’s a sulfur mining site. The mining activity ignites sulfuric gas to give the blue glow. Sometimes the flames will reach 10 feet in the air."

@katiek1000

"Rando de 2h A/R la nuit pour voir les flammes bleues, possibilité de descendre dans le cratère. Prendre des habits chauds, des bonnes chaussures, beaucoup d'eau, et louer un masque à gaz !! Guide Yono (@hadiyono135 +62 856 4868 1804): 20€ par petit groupe avec masque à gaz inclus. Excursion possible avec Ijen Miners (ijenminertour.com): 2j/1n 90€ pour 2."

@amandineplfr

Autres lieux à voir autour
La meilleure expérience Mapstr est sur l'application mobile.
Enregistrez vos meilleures adresses, partagez les plus belles avec vos amis, découvrez les recommendations de vos magazines et influcenceurs préférés.